Portfolio

Realizziamo Exploitation per i seguenti progetti Europei:

nett project

NETT

NETT è un progetto finanziato dalla Commissione Europea, Imprese e Industrie DG, con l’obiettivo di creare un social network per migliorare l’insegnamento dell’imprenditorialità nel sistema educativo europeo. Unisciti a noi!

(video Youtube: Training Platform, Project Coure creation, Add Modules, Enterpreneurship Training):

sands project

SandS

Social&Smart (SandS) è un progetto di ricerca finanziato dall’UE a partire dal novembre 2012. Il suo obiettivo è quello di costruire una infrastruttura di calcolo in rete che permetta agli elettrodomestici di meglio soddisfare le esigenze dei proprietari.

elliot project

Elliot

ELLIOT è un progetto europeo FP7 R & S di STREP / di ricerca il cui obiettivo è lo sviluppo di una piattaforma basata su Internet of Things che permetta il coinvolgimento diretto degli utenti (clienti, cittadini) nella co-creazione, esplorazione e sperimentazione di nuove idee, concetti e artefatti tecnologici.


Ci siamo occupati della realizzazione dei seguenti sistemi ICT per  l’azienda Marketing & Telematica, trattando anche con Medical Evidence, che dal 1998 si occupa di informazione e formazione medico scientifica realizzando corsi di aggiornamento ECM rivolti a diverse tipologie di operatori sanitari. Abbiamo creato LMS per i seguenti corsi.

MMAS GIS

KubettONE


Social Thingum ha realizzato altri due business plan per due idee imprenditoriali, DietSmartFit e Social_Makers, per le quali siamo in attesa di finanziamenti e joint venture per concluderne la realizzazione.

DietSmartFit

Il progetto metterà a punto infrastrutture e servizi per il monitoraggio della salute e la gestione della riabilitazione, con un’attenzione particolare alla lotta contro l’obesità, all’interno di un ecosistema costituito da:

  1. Sensori corporei convenzionali e intelligenti;
  2. Infrastruttura ICT basata su cloud FI-WARE per la raccolta e il trattamento dei loro dati;
  3. App mobile per sfruttare i servizi sanitari correlati;

I servizi spazieranno tra il semplice auto-monitoraggio dell’utente (ad esempio, attraverso la raccolta e l’analisi di una serie di parametri legati all’obesità, come: frequenza cardiaca, peso, conteggio di passi e calorie bruciate, possibilmente in vista della perdita di peso) per sfruttare l’intelligenza del network da parte di tutti i soggetti interessati per le consigli just-in-time al fine di realizzare modelli ottimizzati di vita più sani. L’attenzione per la lotta all’obesità sarà basata su due diversi ambienti culturali ed economici. L’integrazione delle app front-end con il background della struttura ICT fornirà l’opportunità per l’installazione e il monitoraggio individuale per scopi collettivi, la creazione di profili e singoli portfoli di servizi, ricevendo consigli personalizzati sulla base dei profili personali e consigli degli esperti per il benessere.

3D PRINTING

Servizio di modellazione e slicing per possessori inesperti di stampanti 3D. Il servizio aiuta l’utente a stampare oggetti semplici sulla propria stampante domestica.
Il servizio si basa su un catalogo di oggetti in progressiva espansione. Ogni oggetto è corredato da una serie di parametri per modificarne la forma a piacimento dell’utente. Una volta raggiunta una forma soddisfacente, dietro modesto compenso il servizio invia all’utente il codice di stampa dell’oggetto.

Il progetto che si propone riguarda un intero ecosistema composto dai produttori di stampanti, i loro possessori, i loro utenti, ed infine i facilitatori al loro utilizzo. Dunque, pur se il servizio è erogabile sull’attuale parco stampanti, opportuni accorgimenti potrebbero essere messi in atto dai costruttori, o direttamente dai venditori, per mettere la stampante in rete, consentendone così il controllo e monitoraggio in remoto (facility già in essere nei prodotti di una startup milanese). Del pari, i venditori potrebbero essere i primi promotori del servizio, rilevando al contempo le reali esigenze degli utenti, ovvero il catalogo degli oggetti offribili per la stampa, e creando la connessione tra domanda ed offerta di servizio. Infine i modellatori 3D potranno ottimizzare i modelli in funzione del servizio che si intende offrire, ad esempio migliorandone la scalabilità di alcuni parametri.